RITROVAMENTI

Trapani, recuperato busto bronzeo gemellini Asta trafugato pochi giorni fa

La scultura raffigura i piccoli Giuseppe e Salvatore Asta e la loro mamma Barbara Rizzo uccisi nell’attentato mafioso di Pizzolungo nel 1985. La polizia di Trapani ha rinvenuto nei pressi dell’ingresso lato-mare del cimitero, occultato all’interno di un sacco in plastica, il busto in bronzo raffigurante i gemellini Salvatore e Giuseppe Asta e la loro madre Barbara Rizzo, trucidati a Pizzolungo nell’attentato mafioso contro il Giudice Carlo Palermo, il 2 aprile del 1985. L’opera, realizzata dall’artista Domenico Li Muli e voluta nei primi anni ‘90 dall’allora sindaco di Trapani Michele Megale, era stata collocata proprio all’ingresso della scuola, che proprio in quell’occasione fu dedicata alle piccole vittime di quell’agguato

La polizia di Trapani ha rinvenuto nei pressi dell’ingresso lato-mare del cimitero, occultato all’interno di un sacco in plastica, il busto in bronzo raffigurante i gemellini Salvatore e Giuseppe Asta e la loro madre Barbara Rizzo, trucidati a Pizzolungo nell’attentato mafioso contro il Giudice Carlo Palermo, il 2 aprile del 1985.

La scultura era stata trafugata appena pochi giorni fa dall’Istituto Comprensivo ‘G. Mazzini’ da ignoti, che tra il 24 e 28 agosto scorso - secondo la ricostruzione degli inquirenti - si erano introdotti nell’atrio del plesso per l’infanzia di via Salemi, che giustappunto reca la denominazione ‘Salvatore e Giuseppe Asta’.

L’opera, realizzata dall’artista Domenico Li Muli e voluta nei primi anni ‘90 dall’allora sindaco di Trapani Michele Megale, era stata collocata proprio all’ingresso della scuola, che proprio in quell’occasione fu dedicata alle piccole vittime di quell’agguato.

“Siamo molto felici che la scuola materna dedicata ai gemellini Asta di Trapani abbia di nuovo il suo busto. Un simbolo molto importante per una città intera. Adesso ci auguriamo che le forze dell’ordine possano identificare presto gli autori di questo vile gesto”.

Lo dice il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Vincenzo Maurizio Santangelo. “Resta l’amarezza per un atto vandalico compiuto ai danni della memoria di vittime di mafia - conclude Santangelo -, un segnale di un malessere sociale che non bisogna affatto sottovalutare né trascurare”.

#voxpublica #voxpublicanews #inchieste #giornalismo investigativo #cronaca #eventi #voxsocial #voxlab #voxclub #opinioni #libertà #legalità #imparzialità #contropotere #giornalismo_inchiesta #sicilia_voxpublica_it #trapani #busto #gemellini_asta #ritrovamento

 

Categoria: